Raffaella Carrà

Raffaella Maria Roberta Pelloni in arte Raffaella Carrà nasce a BOLOGNA il 18 Giugno 1943, da madre romagnola e padre emiliano. All’età di 3 anni inizia a prendere lezioni di danza al Teatro Comunale di Bologna, il suo sogno è di fare la Coreografa. Negli anni del ginnasio per perfezionare il suo sogno di creare coreografie, entra nella scuola Nazionale di Danza classica Jia Ruskaja. Nel 1960 si diploma al Centro Sperimentale di Cinematografia a Roma. Dopo il diploma, tra gli anni ’60 e ’70, prende parte a ventisei pellicole, di esse ricordiamo: I Compagni di Mario Monicelli nel 1963, Il Colonnello Von Ryan di MarK Robson 1965 dove recita accanto a Frank Sinatra e Rose Rosse per Angelica di Steno nel 1966.
Alle interpretazioni per il grande schermo, ne alterna altre in ambito teatrale. L’incontro con Gianni Boncompagni, suo compagno e storico collaboratore diede il via all’ascesa della Carrà al ruolo di Signora della TV. Fu proprio lui infatti, geniale precursore e autore creativo, a spingere l’attrice ad avvicinarsi al mondo televisivo. La prima esperienza televisiva fu Io Agata e Tu, varietà in quattro puntate del 1969 nel quale faceva da spalla al conduttore Nino Ferrer. Nel 1970 iniziarono i successi. A dare fiducia a Raffaella fu il Dott. Giovanni Salvi, severo e potente Direttore della RAI, grande scopritore di giovani talenti che la scelse come co- conduttrice in coppia con Corrado nel grande show del Sabato sera: Canzonissima ‘70, suo vero debutto. Inizia così anche una carriera discografica come cantante che la porterà a ricevere dischi d’oro e di platino in varie parti del mondo. Nel 1974 la Carrà fu protagonista, al fianco di Mina, del varietà Milleluci del regista Antonello Falqui, considerato da molti il più grande varietà della storia della televisione italiana. Sempre nel 1976 debuttò alla TVE (televisione di Stato Spagnola) prodotta dalla sua casa discografica CBS, in 4 Speciali. Ne nacque subito un successo discografico al quale seguirono vari tours in tutto il paese ottenendo non solo successo artistico, ma anche l’affetto del pubblico spagnolo che ancora oggi la considera una “spagnola” a tutti gli effetti. Si stava avverando piano piano, ed in parte, la previsione che le fece il Direttore della RAI, Ettore Bernabei che le disse: ”Lei è come la Ferrari. La esporteremo in tutto il mondo”. Tanti i titoli dei successi discografici di quegli anni: Ma che musica maestro - Chissà se va - Tuca- Tuca – Pedro – Rumore - Luca - Io non vivo senza te – Fiesta - Ma che sera - Felicità ta ta - Fatalità - Forte forte forte - A far l’amore comincia tu - Ballo ballo – 0303456 - ecc. cantate in varie lingue. E con le canzoni vennero i concerti in molte parti del mondo con shows apprezzati per l’eleganza, bellezza, tecnica e musica. La Carrà si rivela un’antesignana degli shows delle pop star internazionali di oggi. Da questa esperienza nel 1981 su Rai 2, nasce Millemilioni, il primo esperimento di cooperazione televisiva, girato in parte in studio e in gran parte in quattro capitali del mondo dove l’artista aveva ottenuto più successo. L’anno successivo riapproda su RAI 1, con Fantastico 3, ricomponendo con Corrado la coppia del suo debutto. Il varietà alla sua terza edizione di una lunga serie, ebbe grande successo. Nel 1983 arriva la svolta. La Carrà smette, per il momento, i panni della show- woman dei grandi varietà del sabato sera ed inaugura la fascia oraria del mezzogiorno.
Pronto Raffaella fu il primo talk-show della conduttrice. La trasmissione in breve tempo divenne un successo da 10milioni di spettatori al giorno. Nel 1985 la Carrà torna in televisione, in prima serata su RAI 1 con Buona Sera Raffaella. Nella stagione ‘86/87 conduce il contenitore domenicale Domenica In. La show-woman fu la prima donna a condurre questo programma, tant’è che per lei venne coniato lo slogan “la Domenica è Femmina”.
Giunta a Canale 5 nel 1988 la presentatrice fece il Raffaella Carrà Show, il grande varietà che ancora mancava alla tv privata. Nel ’90 ritorna in Rai con la conduzione di Ricomincio da 2 e nel ‘92 di Fantastico 12 a fianco di Jonny Dorelli, con la regia di Sergio Iapino. .Memorabile l’incontro di Raffaella con Roberto Benigni ... oggi diventato un cult. Per alcuni anni torna in Spagna e conduce tre programmi di incredibile successo: Hola Raffaella, A las 8 con Raffaella e En Casa con Raffaella, tutti diretti da Sergio Iapino. La Carrà ottenne due TP d’Oro, gli Oscar delle televisioni spagnole, come personaggio e come programma dell’anno. Con Sergio Iapino, suo nuovo compagno, con cui ha sempre condiviso tutti i progetti, rientra a Roma con un’idea destinata nuovamente a “sconvolgere” gli schermi televisivi: Carramba che sorpresa. Carramba che sorpresa è il programma del ritorno, ma non solo, forse il più grande programma della Carrà che è in questi anni all’apice del suo successo. il programma ancora oggi “ispira” tante trasmissioni. Con quattro edizioni di Carramba che Sorpresa e quattro edizioni di Carramba che Fortuna delle quali è co-autrice con Giovanni Benincasa, Fabio di Iorio e Sergio Iapino, che ne cura anche la regia, la Carrà realizza i suoi più lunghi cicli di trasmissioni. Nel ’97 su Rai 2 firma come autrice ancora con Iorio, Benincasa e Iapino il fortunato music game Furore, condotto da Alessandro Greco. Nel 2001 presenta la 51à edizione del Festival di Sanremo, accettando la proposta a solo un mese dall’evento e nel 2006 il programma Amore varietà sociale il cui obbiettivo è sensibilizzare sul tema delle adozioni a distanza attraverso uno spettacolo televisivo. Nel 2008, l’artista propone in Rai Il Gran Concerto un programma di musica classica per ragazzi fra divertimento e cultura condotto da Alessandro Greco.
Sempre nel 2008 conduce la manifestazione Eurovision Song Contest per la televisione spagnola TVE e nel 2011 la presenta in Rai a fianco di Bob Sinclair. E’ con lui che ricanta “A far l’amore comincia tu” ottenendo un remix di grande successo nel mondo e colonna sonora del film premiato agli Oscar “La Grande Bellezza” di Paolo Sorrentino.
Per rivedere l’artista sugli schermi bisognerà aspettare il 2013, anno in cui entrerà nel cast di “The Voice of Italy”, su Rai 2 come coach di ben 3 edizioni. Quest’anno conduce su Rai 3 A raccontare comincia tu appuntamento inedito con altrettanti "giganti" dei nostri giorni, che con le loro vite straordinarie hanno conquistato la fama e scritto il proprio nome nella storia del cinema, della musica, dello sport, dello spettacolo. L'ospite di turno lontano dalle luci abbaglianti della ribalta, nell'intimità di un luogo a lui caro, si racconta senza filtri alle telecamere e a Raffaella.

Raffaella Maria Roberta Pelloni, stage-name Raffaella Carrà, was born in BOLOGNA on June 18th 1943 to a mother from Romagna and her father from Emilia. At the age of 3 she starts taking dance lessons at the Teatro Comunale in Bologna, her dream is to be a choreographer. During her high school years to perfect her dream of creating choreographies, she entered the National School of Classical Dance Jia Ruskaja. In 1960 she graduated from the Experimental Center of Cinematography in Rome. After graduating, between the 60s and 70s, she took part in twenty-six films, of which we recall: The Companions of Mario Monicelli in 1963, Colonel Von Ryan by Mark Robson in 1965 where she performed alongside Frank Sinatra and Red Roses for Angelica of Steno in 1966. Interpretations for the big screen alternate others in the theatrical sphere. The meeting with Gianni Boncompagni, her companion and historical collaborator, started the ascent of Carrà to the role of TV Lady. It was indeed he, a brilliant precursor and creative author, who pushed the actress to approach the television world. The first television experience was Io Agata and Tu, a four-part variety of 1969 in which she was the shoulder to the conductor Nino Ferrer. Successes began in 1970. To give confidence to Raffaella it was Dr. Giovanni Salvi, severe and powerful Director of RAI, great discoverer of young talents who chose her as co-host paired with Corrado in the great show on Saturday evening: Canzonissima 70, her real debut. Thus began a recording career as a singer that will lead her to receive gold and platinum records in various parts of the world. In 1974 Carrà was the protagonist, alongside Mina, of Milleluci by director Antonello Falqui, considered by many to be the greatest variety in the history of Italian television. Also in 1976 she debuted at TVE (Spanish State television) produced by her record company CBS, in 4 Specials. The result was a record success which was followed by various tours throughout the country, obtaining not only artistic success, but also the affection of the Spanish public who still today considers her a “Spanish” in every respect. The forecast made by the Director of RAI, Ettore Bernabei, who said to her: “You are like Ferrari. We will export you all over the world.”, it was slowly coming true. Many are the titles of the record successes of those years: Ma che musica maestro - Chissà se va - Tuca- Tuca - Pedro - Rumore - Luca - Io non vivo senza te - Fiesta - Ma che sera - Felicità ta ta - Fatalità - Forte forte forte - A far l’amore comincia tu - Ballo ballo - 0303456 - etc. sung in various languages.
And with the songs concerts came in many parts of the world with shows appreciated for elegance, beauty, technique and music. Carrà turns out to be a forerunner of today's international pop star shows. From this experience in 1981 on Rai 2, Millemilioni was born, the first experiment in television cooperation, shot partly in the studio and mostly in four capitals of the world where the artist had achieved more success. The following year she returned to RAI 1 with Fantastico 3, recomposing the debut pair with Corrado. The variety in its third edition of a long series was very successful. In 1983 the turning point arrives. For the moment, Carrà stops playing the role of the big variety show-woman on Saturday night and inaugurates the midday time slot. Pronto Raffaella was the first talk show of the presenter. The transmission in a short time became a success for 10 million viewers per day. In 1985 Carrà returns to television, in prime time on RAI 1 with Buona Sera Raffaella. In the '86/87 season she leads the Sunday container Domenica In. The showwoman was the first woman to conduct this program, so much so that the slogan “Sunday is Female” was coined for her. Having arrived in CANALE 5 in 1988, the presenter made the Raffaella Carrà Show, the great variety that was still missing on private TV. In the 1990s she returned to RAI with the conducting of Ricomincio da 2 and of Fantastico 12 alongside Jonny Dorelli, directed by Sergio Iapino. The meeting of Raffaella with Roberto Benigni was memorable and today has become a cult. For some years she returned to Spain and led three incredibly successful programs: Hola Raffaella, A las 8 with Raffaella and En Casa with Raffaella, all directed by Sergio Iapino. Raffaella Carrà got two Golden TPs, the Spanish television Oscars, as a character and as a program of the year. With Sergio Iapino, her new companion, with whom she has always shared all the projects, she returns to Rome with an idea destined again to “upset” the television screens: Carramba che sorpresa. Carramba che sorpresa is the return program, but not only that, perhaps Carrà’s biggest program in recent years at the height of its success. the program still “inspires” many programs today. With four editions of Carramba che sorpresa and four editions of Carramba che fortuna of which is co-author with Giovanni Benincasa, Fabio di Iorio and Sergio Iapino, who also directs it, Carrà realizes its longest cycles of transmissions. In 1997 on RAI 2 she signed with Iorio, Benincasa and Iapino the successful music game Furore, conducted by Alessandro Greco. In 2001 she presented the 51st edition of the Sanremo Festival, accepting the proposal just one month before the event and in 2006 the social variety program Amore whose goal is to raise awareness on the subject of distance adoptions through a TV show. In 2008 the artist presented in RAI Il Gran Concerto a program of classical music for children between fun and culture, led by Alessandro Greco. Also in 2008 she led the Eurovision Song Contest for the Spanish television TVE and in 2011 she presented it in RAI alongside Bob Sinclair. It is with him that she sings again A far l’amore comincia tu obtaining a very successful remix in the world and soundtrack for the Oscar-winning film La Grande Bellezza by Paolo Sorrentino. To review the artist on the screens will have to wait until 2013, the year in which she will join the cast of The Voice of Italy, on RAI 2 as a coach of 3 editions. This year she leads on RAI 3 A raccontare comincia tu an unprecedented appointment with as many “giants” of our day, who with their extraordinary lives have gained fame and written their name in the history of cinema, music, sport, entertainment. The guest on duty, away from the dazzling lights of the limelight, in the intimacy of a reliable place, tells himself without filters to the cameras and to Raffaella.

Alessandro Capitani

Giovane regista italiano ha esordito nel mondo del cinema come autore indipendente. Si è diplomato presso il Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma nel 2009. Nel 2013, con il cortometraggio “La legge di Jennifer”, vince il Cinemaster ai Nastri d’Argento 2013 e una borsa di studio presso gli Studio Universal di Hollywood. Nel 2016 vince il DAVID DI DONATELLO come MIGLIOR CORTOMETRAGGIO con “Bellissima”. Il corto raccoglie più di cento premi in giro per il mondo. Nel 2018 il suo primo lungometraggio In Viaggio con Adele.

Young Italian director started playing in the movie world as an independent author. He graduated from the Experimental Center of Cinematography in Rome in 2009. In 2013, with the short film "The Law of Jennifer", he won the Cinemaster at the Silver Ribbons 2013 and a scholarship at the Universal Studios in Hollywood. In 2016, he won the DAVID DI DONATELLO as BEST CORTOMETRAGGIO with "Bellissima". The short one collects more than a hundred awards around the world. In 2018 he makes his first feature film In Viaggio con Adele.

Marco Spoletini

Marco Spoletini è nato a Roma nel 1964. Svolge l’attività di montatore cinematografico dal 1990. Collabora con Matteo Garrone fin dal suo primo cortometraggio e ha montato tutti i suoi film. Aggiudicandosi premi e nomination più importanti del cinema italiano tra cui David di Donatello e Nastri d’argento. Ha montato documentari con Gianfranco Pannone, Giovanni Piperno, Pippo Delbono, film con Daniele Vicari, Kim Rossi Stuart, Eugenio Cappuccio, Maurizio Sciarra, Aldo Giovanni e Giacomo, Vincenzo Terracciano, Riccardo Milani, Gianluca Maria Tavarelli, Giovanni Veronesi, Stefano Incerti, Ivano De Matteo, Gianni Di Gregorio, Sebastiano Riso, Giorgia Farina e Alice Rohrwacher, di cui ha curato il montaggio di “Corpo Celeste” e Le Meraviglie.

Marco Spoletini was born in Rome in 1964. He works as an editor since 1990. Collaborates with Matteo Garrone since his first short film and has edited all his films. Winning the most important awards and nominations of Italian cinema including David di Donatello and Nastri d'argento. He has edited documentaries with Gianfranco Pannone, Giovanni Piperno, Pippo Delbono, film with Daniele Vicari, Kim Rossi Stuart, Eugenio Cappuccio, Maurizio Sciarra, Aldo Giovanni and Giacomo, Vincenzo Terracciano, Riccardo Milani, Gianluca Maria Tavarelli, Giovanni Veronesi, Stefano Incerti, Ivano De Matteo, Gianni Di Gregorio, Sebastiano Riso, Giorgia Farina and Alice Rohrwacher, of which he edited the "Corpo Celeste" and Le Meraviglie.

Manuela Rima

Lavora a Rai Cinema, nel settore Marketing Strategico e Digital, si occupa di ricerca e produzione di contenuti ad hoc per l’area web dedicata interamente al cinema. Laureata in Lettere moderne presso l’Università di Bologna, dopo un Master in Marketing e Comunicazione all’Università IULM di Milano, inizia a lavorare in Mediaset come assistente alla regia di programmi TV, nel 2006 si trasferisce a Roma per seguire la sua passione per il cinema e qui lavora per svariati set cinematografici, per poi entrare nel 2011 nell’organico di Rai Cinema.

She works at Rai Cinema, in the Marketing field as a research and production manager for content specialized to the web site dedicated to cinema. She graduated in Modern Letters at the University of Bologna, she then followed a Master in Marketing and Communication at the IULM University of Milan. She started working for Mediaset as assistant director of TV programs, in 2006 she moved to Rome to follow her passion linked to the world of cinema and here she worked on several movie sets, since 2011 she has become part of Rai Cinema’s staff.

Stefano Giovani

Costumista, già frequentando il Liceo Artistico di Grosseto emergeva particolarmente per attitudini nella “messa in scena” talmente presenti da portarlo a Roma per studiare scenografia presso l’Accademia di Belle Arti, frequentando anche corsi di regia, fotografia, storia del costume, storia dello spettacolo arti sceniche e visive. Durante gli anni accademici iniziò parallelamente esperienze lavorative nel teatro e nei laboratori di una delle più importanti sartorie cineteatrali di Roma, ne conseguì l’entrata in punta di piedi nel primo set cinematografico come assistente costumista. Tale professione lo portò a collaborare con registi quali Tinto Brass, Bigas Luna, Dino Risi. Dal 1997 inizia la sua carriera da Capo reparto Costumista per film, serie tv, videoclip, spot pubblicitari.

He is a costume designer, already attending the Liceo Artistico of Grosseto, came out particularly for attitudes in the "staging" so present to take him to Rome to study scenics at the Academy of Fine Arts, also attending courses of direction, photography, costume history, history of Visual and visual arts show. During the academic years he started working experiences in the theater and workshops of one of the most important cinematic tapestries in Rome, reaching the toe in the first movie set as a costume assistant. This profession led him to collaborate with directors like Tinto Brass, Bigas Luna, Dino Risi. Since 1997 she has started her career as Head of Costume Department for movies, TV series, video clips, commercials.

Carlo Griseri

Giornalista e critico cinematografico, è vice-presidente di Cinemaitaliano.info, portale di riferimento del cinema italiano. Autore di saggi e collaboratore di riviste e siti, è anche organizzatore di festival ed eventi, tra cui il Seeyousound Music Film Festival di Torino per il quale cura la Direzione.

Journalist and film critic, is vice president of Cinemaitaliano.info, the reference portal of Italian cinema. Author of essays and collaborator of magazines and sites, is also organizer of festivals and events, including the Seeyousound Music Film Festival in Turin of which he’s the Director.

Ersilia Agnolucci

Ersilia Agnolucci , di origine aretine, vive ormai da tanti anni ad Orbetello dove svolge l'attività di docente di Storia dell'Arte presso il polo liceale. Si è occupata di didattica museale e ha partecipato alla realizzazione di molte mostre di arte antica e contemporanea ad Arezzo, Viareggio, Milano, Berlino, Firenze. Ha pubblicato su riviste specialistiche e cataloghi. Svolge attività di ricerca per l'arte del Novecento italiano, ha al suo attivo numerose conferenze.

Ersilia Agnolucci, of aretine origin, has been living for many years at Orbetello where she teaches Art History at the high school. She has been involved in museum education and has participated in the realization of many exhibitions of ancient and contemporary art in Arezzo, Viareggio, Milan, Berlin, and Florence. She has published in specialist magazines and catalogs. She has been researching the art of the twentieth century, she has participated in many conferences.

Michele Sabia

Michele Sabia, pr e press agent di vari Artisti di grande fama , ha fondato insieme al suo socio Valeriano Colucci, Upgradeartist agenzia leader nella comunicazione e nella cura dell'immagine in Italia. Con Upgradeartist si occupa di studiare strategie adeguate e uniche per ogni celebrity rappresentata, sia per quel che riguarda i rapporti con la stampa sia nell'individuare opportunità advertising , campagne social, web. Tante campagne nazionali ed internazionali sono state realizzate per gli Artisti curati nel corso degli anni. Michele Sabia con la sua agenzia si occupa anche di promozione di film , eventi, libri, festival e musica.

Michele Sabia, pr and press agent of various well-known Artists, founded with his partner Valeriano Colucci, Upgradeartist leader in communication and image care in Italy. With Upgradeartist he deals with studying suitable and unique strategies for each celebrity represented, both in terms of relations with the press and in identifying advertising opportunities, social media campaigns, web. Many national and international campaigns have been created for the artists treated over the years. Michele Sabia with his agency is also involved in promoting films, events, books, festivals and music.

IL PRESENTATORE
Andrea Dianetti

Appassionato d'arte e spettacolo fin da bambino, lavora in teatro con maestri del calibro di G.Albertazzi, per poi continuare in tv interpretando vari ruoli in sitcom e fiction tra le quali Camera Café, La ladra ed altre ancora. Intraprende anche la carriera di presentatore in vari programmi tv, ha partecipato all’ultima edizione di Detto Fatto e All Together Now. Andrea è molto presente sui social, dove inventa contenuti di intrattenimento e video comici.

Artistic and entertaining artist since childhood, he works in theater with masters like G.Albertazzi, and then continues on TV by interpreting various roles in sitcoms and fiction including Camera Café, The Thief and others. He also embarks on a career as a presenter in various TV shows, he participated in the last edition of Detto Fatto and All Together Now. Andrea is very much present on social, where he invented entertainment content and comedy videos.

Pop Corn Festival del Corto – Porto Santo Stefano Monte Argentario

INFORMAZIONI

SEGUICI SU

POLICY

  • Privacy Policy
  • Cookie Policy

Realizzato da Nautilus